All'improvviso, la scopata è stupro

"Scopala finché lo stomaco le fa male, ma baciala teneramente che senta il tuo desiderio di lei". Per alcune femministe è stupro.

Ex Abrupto - All’improvviso, come tutto quello che conta
A cura di Alessia Pizzi
N.2 - 2 Gennaio 2021

Trovo condivisa in un gruppo Facebook dedicato al femminismo una grafica postata da una pagina affine…

Scopala finché lo stomaco le fa male,
ma baciala teneramente che senta il tuo desiderio di lei.
Scopala finché le sue gambe non la reggono più,
ma accoglila tra le tue braccia come se non esistesse altro posto sicuro.
Scopala finché i suo capelli non saranno fradici di sudore,
ma scostali per sentirne il profumo e baciarne la nuca ancora una volta.
Scopala finché il letto non sarà bagnato,
ma non dimenticare mai di dirle quanto ti ha reso felice.
Scopala finché la sua fica non sarà gonfia,
ma ricordale che è il desiderio di lei che ti muove dentro.
Scopala così duramente da lasciarla dolorante,
così che il piacere e il dolore si fondano in un unica melodia.
Scopala così forte che ti senta ancora dentro di sé per almeno altri due giorni,
ma amala perché si renda conto che vorresti fosse tua per sempre.

Inizio a leggere i commenti al post:

  • Terribile

  • Ma quanto stanno male i maschi

  • Ha tutte le caratteristiche dello stupro

  • Che schifo

  • Una violenza celata dietro la letteratura

  • L’autore ha un pene minuscolo

    Eccetera, eccetera, eccetera.

Il testo, se il web non mente, è di Milan Kundera, scrittore, poeta e saggista. Certo, forse l’ha scritto un uomo. Ciascuno di noi può scegliere se dedicare questo testo alla partner e ciascuna donna può decidere se le piacerebbe farsi dedicare un testo così. A me non fa né caldo né freddo, ma…

Ma non vi sembra di esagerare?

Non mi pare ci sia scritto “scopala senza il suo consenso” oppure “scopala dopo che l’hai drogata” oppure “scopala mentre è svenuta”.

C’è scritto scopala forte, il che può anche piacere ad alcune persone. A voi non piace?Va benissimo, ma perché giudicate e condannate? Perché prevaricate, come siete state prevaricate per secoli? Non avete imparato proprio nulla? La paura di ciò che non si conosce conduce all’emarginazione. Come ci si sente sopra al piedistallo?

La condanna, in questo caso, non è giustificata perché ogni frase forte dell’autore/autrice è seguita da una più tenera, in cui si evidenzia proprio quanto l’intimità possa avere sfumature di vari estremi.

Scopala così forte che ti senta ancora dentro di sé per almeno altri due giorni,
ma amala perché si renda conto che vorresti fosse tua per sempre.

Non è proprio la fiducia la base dell’intimità? A prescindere dalle pratiche bondage, veramente volete passare il messaggio che il sesso è tutto bacini sulla fronte e tenerezza? Perché quello che accade, passando questi messaggi, è che se a qualcuna piace il sesso un po’ più forte… è una sgualdrina. Magari è colpa sua, poi, se le succede qualcosa. No?

Eros scioglie le membra, scriveva Saffo, e forse anche qualche rigidità. La passione non è violenza, specialmente se piace a tutti e due. Essere soggetto attivo nel piacere significa anche scegliere come farsi amare. Non siamo più bambole di pezza.

Questo è un dei tanti motivi per cui non mi voglio definire femminista, se femminista è un termine nuovo per prevaricare, giudicare, emarginare, senza emancipare davvero la libertà di essere.

Suggerisco a tutti la visione o la lettura de Il Racconto dell’Ancella.

Se qualcuno può confermare che questa frase è di Kundera, mi faccia sapere.